Lettera di Presentazione

Mi piace il rock.

Il classic rock. Gli anni 60, soprattutto.

Non che c’entri molto con il mio percorso professionale, ma non si sa mai come esordire in una lettera di presentazione. 

Il curriculum è qui di seguito (e in pdf a questo link), non c’è bisogno in questa sede di dilungarsi su quanto ho già fatto e su quello che vorrei fare. 

Get down to the nitty gritty, direbbero gli inglesi. Non è strano che una delle mie espressioni preferite trovi origine proprio nel gergo dei 60’s.

Mi sono laureata e ho cominciato a collezionare le mie prime esperienze professionali. Voglio continuare a crescere e a migliorare, non tanto per aggiungere qualcosa al mio curriculum quanto, piuttosto, per trovare il modo di esprimere ciò che sono attraverso quello che so fare e quello che potrò imparare. 

Al momento lavoro nell’Ufficio Comunicazione di una multinazionale con circa 3.000 dipendenti sparsi in tutto il mondo. Io mi trovo a Treviglio che è anche la sede Corporate del gruppo.

Mi occupo principalmente di web e negli ultimi due anni ho sviluppato alcuni progetti interessanti, ma mi sono cimentata anche in operazioni di grafica (studio del logo, adattamento di campagne pubblicitarie, realizzazione di volantini e impaginati per la comunicazione interna), partecipazione agli eventi, merchandising.

Non so se potrò mai dire: “Ok, è arrivato il momento di fermarsi”. Potrei essere costretta a farlo, ma che sia io la prima a precludermi qualche possibilità di crescita è una fantascienza più visionaria di quella di George Lucas, Andrej Tarkovskij o Stanley Kubrick. O, per metterla in termini letterari, di Isaac Asimov, Philip Dick o Douglas Adams. 

E visto che ci sono… perché non provare a trasportare la metafora in termini musicali? 

Presto detto: la possibilità che io, non costretta, mi ritrovi a crogiolarmi nelle mie certezze è forse una possibilità più allucinata di Revolution 9, di un disco d’avanguardia di Yoko Ono o di una colonna sonora forsennata come Wanderwall Music di George Harrison. E, il fatto che tutte i miei esempi di musica avanguardista abbiano in qualche modo a che fare con i Beatles è tutt’altro che un caso. Un’altra mia grande passione.

A livello contrattuale sto cercando un impiego a tempo indeterminato (come quello che già possiedo, d’altra parte). 

Il mio ufficio redige capitolati, incontra fornitori, valuta le proposte, richiede delle modifiche. 

A me piacerebbe proporre, intuire le necessità, trovare il modo di esprimerle. La differenza tra chi richiede un servizio e chi lo offre, suppongo. Mi piace comunicare. Illudermi di lasciare un segno, vedere progetti che prendono una forma sempre più definita ed articolata, armonica, risolvere le criticità e trarne spunto per trovare qualcosa di utile per affrontare quello che sarà.

Ho la patente, una splendida piccola macchina, mi piace viaggiare anche se non amo volare, adoro trovarmi in luoghi nuovi, esplorare, fare ricerche, approfondire. 

Raramente mi fermo in superficie, anche se qualche sferzata di cinismo ”semplificatore” qualche volta scappa anche a me.

Ma nonostante il fascino che la novità esercita su di me, so riconoscere il valore di una certa quotidianità sedimentata e di un metodico modo di operare. O forse, più semplicemente, non so resistergli.

L’uomo è nell’universo, ma ha i piedi ben piantati a Terra.

E.. though I listen to the Beatles, I am a rolling stone.

Se hai letto fin qui… Piacere, mi chiamo Jenny.

Esperienze lavorative

Novembre 2012/Oggi: 

Siti web aziendali: web editor e content manager.
Ampia conoscenza del mezzo internet dal punto di vista tecnico, progettazione dei contenuti nella mediazione tra cliente interno e fornitori, scrittura/adattamento dei testi per il web. 

Merchandising: visual merchandiser.
Comunicazione del brand attraverso oggetti promozionali, nel rispetto della strategia marketing. Definizione del catalogo, analisi delle proposte grafiche, sviluppo dei materiali, distribuzione dei prodotti secondo i canali di vendita disponibili.

Aprile 2010/Novembre 2012: 

Inserimento presso l’ufficio Corporate Marketing and Communication del gruppo SAME DEUTZ-FAHR. Sviluppo di progetti di web marketing ad ampio raggio: attività di benchmarking, progettazione dei nuovi portali web, sviluppo diuna strategia di social media marketing, pianificazione delle attività SEO/SEM. Ridefinizione dell’area Merchandising dell’azienda: selezione del nuovo fornitore, analisi della concorrenza, analisi degli attuali cataloghi, definizione dei cataloghi futuri (items, categorie, coerenza con il brand, sales analisys, e-commerce). 

Altre attività: 

Giugno 2009/Gennaio 2010: Gestione e sviluppo in termini grafici ed editoriali del sito web per Friends and Travels. Supporto alla ideazione grafica ed editoriale di una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo. Realizzazione di grafiche per le attività dell’agenzia, duplice restyling del sito web, creazione di inviti e volantini.

A.a. 2007/2008 e 2008/2009: Responsabile tecnico per le attività di RBG, la Webradio dell’Università degli Studi di Bergamo. Coordinamento di un gruppo di trenta collaboratori e gestione delle relazioni esterne alla radio. Duplice sessione di formazione presso gli studi di Radio 24. Organizzazione delle apparecchiature tecniche necessarie alle attività della radio, supporto tecnico di regia ed editor audio alle trasmissioni radiofoniche, gestione e sviluppo del sito web.

2006/OggiCatalogazione informatizzata e gestione del sito web per il Museo del Giocattolo e del Bambino di Milano. Realizzazione di materiale grafico: locandine, brochures, volantini, pagine html, newsletter.

Istruzione

Marzo 2010: Corso di Specializzazione in “Marketing e Comunicazione per l’Impresa” organizzato da Leader Formazione per Leader Group. Contenuti del corso: Marketing. Trade Marketing, Comunicazione Interna, Comunicazione Esterna, Marketing degli Eventi e Incentive, Web Marketing, Pianificazione Strategica.

Marzo 2009: Laurea triennale in Comunicazione di Massa Pubblica e Istituzionale presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Bergamo. Tesi di Laurea dal titolo “Graduation Afternoon di Stephen King: analisi della traduzione italiana tra testo e contesto”. Voto di laurea: 110 cum laude.

A.a. 2007/2008: Frequenza del corso in giornalismo “La classe non è acqua” organizzato da Bergamo TV in collaborazione con L’Eco di Bergamo.

Luglio 2005: Maturità quinquennale presso il Liceo Sociopsicopedagogico “P. Secco Suardo” di Bergamo. Tesina dal titolo: “L’evoluzione del monologo interiore in Virginia Woolf e James Joyce”.

A.s. 2003/2004: Diploma PET di conoscenza della lingua Inglese rilasciato dalla University of Cambridge.

Capacità e competenze tecniche

Livello informatico

  • Conoscenza ed uso del computer, dei principali programmi d’applicazione e della navigazione su internet. Conoscenza approfondita dei principali sistemi operativi (Windows, Linux, Mac Os). Utilizzo quotidiano della suite Microsoft Office (Word, Excel, Power Point) e Open Office.

Programmazione web

  • Ottima capacità di scrittura e utilizzo dei linguaggi HTML e XHTML, dei fogli di stile CSS e delle piattaforme iWeb e NVU. Consolidata esperienza nel campo dei CMS, in particolare di Joomla e Wordpress. Creazione autonoma di piattaforme statiche e dinamiche, di template grafici per siti web e per le più diffuse  piattaforme di blogging.

Elaborazione grafica

  • Approfondita conoscenza del pacchetto Adobe (Illustrator, Photoshop, Dreamweaver, Bridge) e di software di editing fotografico quali Gimp, Paint Shop Pro, iPhoto, Apple Aperture.

Altri software

  • Biennale esperienza nel campo dell’editing audio (Adobe Audition, Nero Wave Editor, Audacity) e della regia automatica (MBStudio).

Conoscenze linguistiche

  • Utilizzo quotidiano dell’inglese, sia orale che scritto, in ambito professionale. Utilizzo del gergo tecnico legato all’informatica e alla grafica. Capacità di sostenere conversazioni in lingua anche a livello avanzato. Livello scolatisco universitario della lingua spagnola. Utilizzo dello spagnolo anche in ambito professionale.